Come eliminare le rughe

Protocollo completo combinato per il trattamento delle rughe del viso

L’unione di fattori intrinseci, non modificabili (legati al pattern genetico), come può essere il semplice trascorrere del tempo e fattori estrinseci, modificabili, quali alimentazione, idratazione, fotoesposizione, fumo, alcool, farmaci, stress, insufficiente riposo notturno contribuiscono a determinare quello che comunemente viene definito aging.

Tale processo vede un progressivo deterioramento della matrice dermica, che si traduce in una diminuzione della velocità di sintesi di componenti biomolecolari strutturali come acido ialuronico (in forma lineare), collagene ed elastina. Gli effetti dell’impoverimento dermico si riscontrano a livello epidermico, che vedendo venir meno il sostegno sottostante, presenterà quelli che sono segni minori o maggiori di aging ovvero le rughe.

Ecco di seguito, spiegato passo dopo passo, il protocollo completo adottando il metodo brevettato DERMA 2.0®

Tutto il protocollo comprende 5 sedute e le sedute hanno cadenza settimanale/bisettimanale (ogni due settimane) a seconda delle caratteristiche individuali e dei tempi di recupero, variabili da soggetto a soggetto.

Questo trattamento permette di ridurre significativamente le rughe del viso (fronte, intorno alla bocca, e le rughe d espressione) in 9 step fondamentali:

1 Step: Detersione

Detergere la zona da trattare con la mousse detergente specifica in base alle esigenze della pelle applicandola su viso umido e massaggiare fino ad ottenere una soffice schiuma: Utilizzare la Mousse detergente viso idratante per pelli sensibili, secche  In alternativa optare per il detergente viso pelli grasse in mousse

2 Step: Degrassamento

Degrassare la zona da trattare con l’apposita soluzione degrassante D 2.0: Al fine di eliminare lo strato idrolipido e acidificare il pH cutaneo (in modo da rendere possibile la penetrazione del peeling chimico e la veicolazione della sostanza funzionale scelta a seconda della tipologia di inestetismo da trattare), come da linee guida SIES (società italiana di Medicina e Chirurgia Estetica), la soluzione degrassante pre trattamento deve essere applicata sul viso completamente deterso con una garza ben imbevuta, facendo attenzione alla zona perioculare e alle mucose. Lasciare agire per 30 secondi. NON RISCIACQUARE;

3° Step: Peeling

  • Come trattamento idratante di profondità e/o antiage legato al photoaging: Applicare imbevendo una garza o un dischetto di cotone il peeling chimico Derma Hydranting D2.0 (mix di acidi: acido lattico, acido citrico, acido malico, acido ferulico, acido lattobionico, acido tiotico, taurina e glutatione) lontano da contorno occhi e mucose.  In questa fase si potrebbero avvertire lievi sensazioni di bruciore, pizzicore e prurito del tutto normali e tollerabili; se necessario procedere ad una ventilazione forzata verso la parte trattata. Lasciare agire il prodotto per un tempo variabile da 2 a 5 minuti (o fino ad eritema lieve senza mai superare i 10 minuti di posa!) NB. Il tempo di posa del peeling acido lattico Derma Hydrating peeling D 2.0® è estremamente variabile in quanto la sensibilità cutanea e lo spessore sono differenti da soggetto a soggetto. Neutralizzare.
  • Per il trattamento di rughe medio/profonde: applicare tramite pennello a ventaglio il peeling chimico a base di acido glicolico non tamponato 50% pH 2.0 D2.0. Provoca un effetto epidermolitico graduale indebolendo le capacità leganti dei lipidi che mantengono unite fra loro le cellule epiteliali morte. A livello epidermico l’acido glicolico provoca un distacco dello strato corneo mentre, a livello dermico, raggiungendo le papille dermiche in pochi minuti dopo l’applicazione, porta ad una stimolazione nella formazione di collagene ed elastina. Non applicare su palpebre fisse e mobili e mucose. In questa fase si potrebbero avvertire sensazioni di bruciore e pizzicore del tutto normali e tollerabili; se necessario procedere ad una ventilazione forzata verso la parte trattata. Prima della sua rimozione, attendere la comparsa di eritema diffuso (la tempistica varia a seconda della tipologia di pelle, sensibilità soggettiva e variabili fattori da 2 fino a 20 minuti). Neutralizzare.

4° Step: Neutralizzazione

Dopo aver raggiungo l’endopoint desiderato (rossore e lieve sensazione di pizzicore), procedere alla rimozione/neutralizzazione del peeling applicato spruzzando abbondantemente e lasciando agire qualche secondo(ripetere se la sensazione di bruciore persiste), la soluzione neutralizzante D2.0, asciugare la zona e attendere qualche minuto;

5° Step: Scelta del cocktail da veicolare

Al fine di intervenire a 360° su tutti i segni dell’età (rughe, perdita di tonicità, texture, colorito ecc), si consiglia la veciolazione (attiva o passiva tramite tecniche di needling, elettroporazione ecc.) del cocktail biorivitalizzante completo Derma-Bio, INNOVATIVO complesso di 3 diversi pesi molecolari di acido ialuronico (basso, medio ed alto), vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamine C ed E, aminoacidi, DMAE, peptidi biomimetici, sodio DNA ed antiossidanti che agiscono in sinergia per donare idratazione, omogeneità di texture, elasticità e tonicità;

6° Step: Veicolazione tramite la tecnica di Needling

o

Cospargere la zona da trattare in modo continuo e costante la zona da trattare con il cocktail biorivitalizzante completo Derma-Bio e procedere alla tecnica di needling. Grazie a microperforazioni indotte dal dispositivo sulla zona da trattare, il dermapen professionale A6 o la la NUOVA Hydra Pen ( in diverse modalità ) inducono micro traumi a livello dermico promuovendo la sintesi di nuovo collagene ed elastina con conseguente rilascio di fattori di crescita. Non solo: le microperforazioni indotte, rappresentano veri e propri canali di veicolazione grazie ai quali la miscela di sostanze funzionali, viene veicolata. Si ottieme così un duplice stimolo: meccanico pro rigenerativo e chimico.

7° Step: Lenire e riepitelizzare

A fine trattamento mediante tecnica needling, non tamponare ne disinfettare la zona trattata, ma applicare subito la crema maschera post trattamento D2.0 per favorire il processo riparativo e riepitelizzante, nonché l’assorbimento del rimanente mix di sostanze funzionali. Le sostanze funzionali contenute nella crema maschera post trattamento D2.0 (aloe vera, burro di karitè, complesso di 6 oli eurdermici, vitamina E, acido ialuronico, ceramidi e fitosfigone, agiscono in sinergia per lenire, decongestionare e riepitelizzare nella maniera più sicura, veloce ed efficace la zona precedentemente sottoposta a trattamento peeling e needling. In caso di utilizzo come una maschera post trattamento, distendere il prodotto su tutta la superficie di cute trattata e lasciare in posa per 15-20 minuti massaggiare fino ad assorbimento. Non risciacquare.

8° Step: Proteggere

Applicare il filtro solare 50+ D2.0 a base di burro di karitè, vitamina E, aloe vera gel, olio di jojoba ed olio extravergine di oliva, al fine di proteggere dagli agenti atmosferici la zona trattata. Applicare quotidianamente per tutto il periodo del trattamento (5 settimane) il Filtro solare D2.0

9° Step: Mantenimento con skincare domiciliare

Applicare mattina e sera la crema viso antirughe D2.0®: un’efficace prodotto professionale per la skincare quotidiana, adatto a tutti i tipi di pelli (anche le più esigenti) che desiderano un aspetto più salutare, tonico e radioso.  L’effetto antiage globale della crema viso antirughe D2.0® è dovuto alla presenza di cellule staminali di stella alpina, vitamina A, olio di rosa moscheta, Olio d’oliva, estratto di simmondsia ed acido ialuronico.